MontegaldaMontegalda è un comune di 3.356 abitanti che si colloca in una fertile vallata, circondato da sette colli e un fiume e situato nella parte sud-orientale della provincia di Vicenza. La storia di questo paese è millenaria ed è confermata la presenza umana in tutto il territorio fin da epoca remota. Ad avvalorare tale tesi è la presenza del fiume Bacchiglione, navigabile in antichità per buona parte del suo corso e da sempre considerato crocevia di culture e punto favorevole agli insediamenti stabili. Dall'acqua si passa poi alla strada: passava di qui, infatti, la famosa via "Gallica" o "Pelosa", che collegava perpendicolarmente Vicenza e Padova e della quale si possono ancora ammirare alcuni tratti.

Curiosa è poi l'origine del nome "Montegalda" che ad oggi è ancora incerta e presenta diverse interpretazioni. La parola si può scomporre in "Monte" e "Galda" e secondo alcuni studiosi potrebbe significare: "Mons Gaudium", in riferimento all'amenità dei luoghi del suo territorio; ancora "Monte Gualda", in onore dell'omonima famiglia che qui aveva numerosi possedimenti, per continuare con "Mons Wald", misto tra latino e germanico (wald=bosco), ad indicare la particolare vegetazione che si estendeva su tutta l'area in epoca storica. Montegalda è infine riconosciuta per le sue magnifiche ville seicentesce, per il castello e per le chiese, tutti tratti distintivi di un territorio ricco di magia e tradizione.

I fertili colli
Il vero cuore naturale di Montegalda sono quei dolci mammelloni (come li definì Cevese), su cui è situato il paese. Riconducibili ai più famosi sette colli romani, quelli di Montegalda sono caratterizzati dalla presenza di pietra calcarea simile alla roccia dei Berici e possono vantare anche due vulcani che, nei tempi protostorici, eruttavano lava da crateri sottomarini. I colli sono rispettivamente: Monte della Morte, Monte Lungo, Monte Croce, Monte Roccolo, Monte Castello, Monte Buso, Monte Ponzimiglio e per ultimo Monte S. Marco o di Merlino. Il ritrovamente di fossili e frammenti di cetacei, testimoniano la presenza di un antico mare e della sua ricca barriera corallina.

I siti di interesse
Sette sono anche le chiese sparse per tutto il territorio comunale. La più grande è quella di S. Giustina, costruita nella prima metà del 900' dall'ingegnere Peschi e al cui interno si possono trovare degli interessanti affreschi bizantini.
Risalente a tempi più recenti è la chiesa di Colzè, eretta nel 1939 su disegno di Giuseppe Dal Conte e caratterizzata da un maestoso ed elegante campanile con scultura bronzea della Vergine. Infine la chiesetta di S. Marco, che risale al XV secolo e restaurata già nel 1464, conserva una struttura semplice ed armonica in stile gotico.

La terra berica

Comuni della Terra Berica

Cerca nel sito

SCARICA LA APP
TURISMO TERRA BERICA

SPONSOR DI QUESTO SITO


Vicenza Outdoor - Mille e più opportunità escursionistiche nella provincia di Vicenza

VICENZA OUTDOOR

Mille e più opportunità escursionistiche
nella provincia di Vicenza


360video.it di Giorgio Marchetto

360Video.it

Produzione visite virtuali con foto e video a 360 gradi
Videopercorsi e tecnologie per Google Street View

veneto.eu

Iniziativa finanziata dal programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2007 – 2013 – Asse 4 – Leader
Organismo responsabile dell’informazione: Vicenza è soc. cons. r. l.
Autorità di Gestione designata per l’esecuzione: Regione del Veneto – Direzione Piani e programmi del Settore Primario

Vicenzae Soc.Cons.r.l.

Vicenza Cuore del Veneto

Visita www.vicenzae.org,
il portale turistico di Vicenza
e della sua provincia.

Abbiamo 77 visitatori e nessun utente online

Contattaci

Vicenza è Società Cons.r.l.
Via Montale 25, 36100 Vicenza - Italy

Telefono: +39 0444 96 43 80
Fax: +39 0444 96 43 79

Web: www.turismoterraberica.it

Pagina Facebook

Pagina Google+